lunedì 19 febbraio 2007

soluzioni esercizi 5º anno

TESTO CON I TEMPI VERBALI.

Non (nascere) ERA NATO per fare il poliziotto.
Non era per diventare questurino che suo padre lo aveva fatto iscrivere alla facoltà di Legge ma perché (essere) FOSSE come lui, Funzionario dello Stato.
Quando (nascere) ERA NATO/NACQUE , suo padre era Prefetto di Torino, come il bisnonno, che lo (essere) ERA STATO a Trieste sotto l’Imperatore d’Austria, e come il nonno a Milano.
Erano tutti e tre appesi alla parete del salotto antico: Bisnonno, Nonno e Padre, in posa, e i quadri su cui li (ritrarre) AVEVANO RITRATTI erano tutti uguali. A volte, bambino, (fermarsi) SI FERMAVA davanti allo spiraglio chiuso della porta a guardarli di nascosto. (esserci) C'ERA uno spazio vuoto tra l’ultimo quadro e l’angolo del muro e sua madre gli (dire) DICEVA che in quel vuoto, un giorno ci (essere) SAREBBE STATO lui. Da allora, tutte le volte che (dovere)DOVEVA passare da solo davanti a quella stanza, (fermarsi) SI FERMAVA a spiare e poi (scattare) SCATTAVA, di corsa, fino in fondo al corridoio, col terrore che gli uomini dei quadri (uscire) USCISSERO dal muro per afferrarlo e risucchiarlo nel vuoto di quello spazio bianco.

2 commenti:

Paula ha detto...

Grazie Giovanna!!

Spero tanto che stia meglio!

Un bacione

mariajesus ha detto...

Sì, grazie!!
proprio prima dell'esame sono stata in tempo di corregerli :o)

P.S.: Vai Giò, forza che ci manchi molto!! ;o) Baci