lunedì 31 marzo 2008

A MILANO L'EXPO 2015

L'ultima volta era stata nel 1908. Ora, a distanza di 100 anni, Milano ha ottenuto un nuovo successo: la designazione a ospitare l'edizione 2015 dell'Esposizione universale (Expo) con 86 voti, contro i 65 andati a Smirne (Turchia).
«Sono contenta per Milano, ma sono contenta per tutto il mondo perché sarà un'Esposizione universale per tutto il mondo». Con queste parole il sindaco del capoluogo lombardo Letizia Moratti ha commentato visibilmente commossa l'assegnazione dell'Expo 2015. Prima un urlo, quindi un fragoroso applauso e una corsa ad abbracciarsi nei corridoi del Palazzo dei congressi di Parigi. Così è stata accolta la notizia per la vittoria dalla nutritissima delegazione italiana che ha seguito con grande trepidazione gli ultimi minuti prima dell'esito finale. Gelata la delegazione turca, all'interno del Palazzo dei congressi sventolano ora le bandiere italiane e quelle crociate di Milano. (testo adattato da Corriere.it)

sabato 15 marzo 2008

Come promesso, vi proponiamo le borse di studio disponibili per quest'anno scolastico. Cercando la scuola su Internet (molte hanno già il link sul nostro elenco) potrete avere maggiori informazioni e al ritorno dalle vacanze vi potremo aiutare a scegliere.

BORSE DI STUDIO 2007/2008 PER CORSI ESTIVI IN ITALIA

SCUOLA

NUMERO BORSE

PREZZO BORSE

SETTIMANE

ALLOGGIO

Istituto Italiano (Firenze)

2

Riduzione del 50% sul corso CLASSICO o SUPERINTENSIVO

4

Non è compreso

Istituto Italiano (Firenze)

3

Riduzione del 20% sul corso CLASSICO o SUPERINTENSIVO

2/3/4

Non è compreso

STUDIO ITALIA (Roma)

2

O 2 settimane al prezzo di una o 1 sola borsa di 2 settimane per un corso di 6 ore al giorno (livelli A1,A2,B1,B2).

Da aprile a ottobre

2

Non è compreso

Dante Alighieri

(Castelraimondo, Regione Marche)

5

Riduzione del 36% sul corso: 798 euro da pagare invece di 1.248)

Corso intensivo (80 ore di lingua + 20 di cultura; alloggio; 9 visite guidate; attività etxra didattiche; iscrizione ai corsi; transfert arrivo/partenza aeroporto)

4

COMPRESO

(camera doppia)

Torre di Babele

(Roma)

4

Sconto di 100 euro sul costo di qualsiasi corso intensivo di gruppo

2 settimane (40 ore)

Non è compreso

Torre di Babele

(Roma)

Illimitato

20% di sconto sul prezzo del corso

2 minimo (40 ore)

Non è compreso

ISTITUTO EUROPASS (Firenze)

Illimitato

Riduzione del 50% sul costo di un corso di 20 o 30 ore settimanali

2 minimo

Non è compreso

Scuola Leonardo da Vinci

(Firenze, Roma. Siena e Milano)

3

Sconto di 135 euro su 370 (per 2 settimane)= 235 da pagare

Sconto di 270 su 670 (per 4 settimane) = 400 da pagare

4

Non è compreso

ROMANICA (Modena)

2

Sconto del 50% 300 euro da pagare invece di 600

4

(possono essere anche di meno)

Non è compreso

ROMANICA (Modena)

1

Sconto del 70% (180 euro invece di 600)

4

(possono essere anche di meno)

Non è compreso

Koinè

(Firenze, Bologna e Lucca)

Illimitato

Riduzione del 10%

Non è compreso

Scuola d’Italiano

(SCUDIT) (Roma)

Non specificato

Sconto per un corso standard (80 ore di lezione) = 350 euro da pagare (invece di 620)

4

Non è compreso

Scuola d’Italiano

(SCUDIT) (Roma)

Non specificato

Sconto per un corso standard (60 ore di lezione) = 350 euro da pagare (invece di 490)

3

Non è compreso

Scuola d’Italiano

(SCUDIT) (Roma)

Non specificato

Sconto per corso standard (40 ore) = 310 euro da pagare (invece di 350)

2

Non è compreso

Accademia STUDIO ITALIA

(Roma)

Corsi di 30 ore (6 ore al giorno)

Livelli A1/2; B1/2

2 borse per un corso di 2 settimane (1 settimana gratuita) o 1 borsa di 2 settimane gratis

2 (da aprile in poi)

Non è compreso

ALCE

(Bologna)

illimitato

20% su tutti i corsi

O se 4 settimane + 1 sconti anche sull’alloggio

Non è compreso

venerdì 14 marzo 2008

Ragazze ''Sposate un milionario''

Sposare il figlio di Berlusconi o qualche altro erede di un milionario. E' la 'ricetta' che, scherzosamente, Silvio Berlusconi ha proposto a una studentessa e precaria, Perla Pavoncello, che, nel corso di 'Punto di vista' del Tg2, gli chiedeva come e' possibile per le giovani coppie mettere su famiglia senza la sicurezza di un reddito fisso. Una battuta che pero' oggi provoca un durissimo botta e risposta tra Walter Veltroni e lo stesso Cavaliere animando la campagna elettorale sul delicato tema della lotta alla precarieta', proprio all'indomani del tragico suicidio di Luigi Roca, un operaio precario di 39 anni, dopo la mancata assunzione in una societa' dell'indotto Thyssen. ''Lei - aveva detto ieri Berlusconi alla giovane ospite in studio - mi dice dei problemi delle giovani coppie di precari. Io, da padre, le consiglio di cercare di sposare il figlio di Berlusconi o qualcun altro del genere; e credo che, con il suo sorriso, se lo puo' certamente permettere''. (da: ANSA 13/3/2008)

Ma forse la cosa più vergognosa è stata la reazione della ragazza, che
interpellata dall'ANSA, ha affermato di aver accettato lo scherzo, ha detto che ''probabilmente'' votera' Pdl (il partito recentemente fondato da Berlusconi). È COSÌ CHE VANNO LE COSE NEL NOSTRO BEL PAESE!!!!!!

Diamo ad Albano quello che è di Albano

Devo ammettere che Albano non è mai stato uno dei miei cantanti preferiti e non mi è neppure simpatico, ma il lemma di questo post è “diamo a Cesare ciò che è di Cesare” o meglio “diamo ad Albano quello che è di Albano”.

Uno dei plagi storici della musica italiana è stato quello di “I cigni di Balaka” (1987), una canzone scritta da Albano e interpretata assieme alla allora moglie, Romina Power.

Alcuni anni dopo è uscito “Dangerous” di Michael Jackson, un Lp che conteneva “Will I be there” una canzone costruita tutta sul ritornello della canzone di Albano. A detta degli esperti ben 37 note su 40 sono le stesse. All’epoca (1996) Albano gli fece causa ma alcuni anni dopo la causa fu respinta e chiuso il caso. Checché ne dicano i giudici internazionali le due canzoni sono sorelle gemelle o meglio clonate come la pecorella Dolly. Nella versione di Albano inoltre si parla del fiume Gange e in quella di Jackson del fiume Giordano (the river Jordan). Spetta a voi ora il verdetto: ascoltate le due versioni, che ho assemblato in un video, e poi ditemi cosa ne pensate.

giovedì 13 marzo 2008

Calo di ascolti per Sanremo 2008, rivincita su iTunes



Finito il Festival di Sanremo di quest’anno, si fanno i conti di com'è andato e a quanto pare, visto il calo di ascolti, vengono negativi. Si è battutto il record dei bassi ascolti e si sentono voci che predicono la scomparsa di questo Festival entro 5 anni (leggi articolo). Stanchezza dopo 58 anni di Festival? Scarsa qualità delle puntate o della musica in gara? Festival durato troppi giorni?
Comunque sia, nel bene o nel male, tutti gli anni si parla di Sanremo e i giornali italiani gli dedicano spazi virtuali nei loro siti online (Repubblica.it, la Stampa, Corriere.it), dove ogni minimo particolare sul Festival viene commentato.



Il palco del Teatro Ariston di Sanremo, ha visto passare tantissimi cantanti italiani: Domenico Modugno, Adriano Celentano, Ricchi e Poveri, Eros Ramazzotti, Andrea Bocelli, Michele Zarillo, Zucchero, Vasco Rossi, Laura Pausini, Anna Oxa, Francesco Renga, Ricardo Cocciante e un lunghissimo eccettera. Alcuni di loro, arrivano al punto di affermare che devono la propria carriera musicale alla partecipazione al Festival.
Però, esiste anche l’altro lato della medaglia, cantanti più impegnati artisticamente o politicamente oppure gruppi di musica rock che hanno solitamente evitato Sanremo. Tra quelli che non sono mai saliti sul palco dell’Ariston troviamo: De André, Battiato, De Gregori, Venditti, i PFM, i Litfiba, gli Afterhours, i Marlene Kuntz...

Altri invece, vi hanno partecipato constretti dai discografici, com’è il caso di Ivano Fossati, Rino Gaetano, Lucio Battisti o Le Orme.


Nonostante Sanremo sia chiamato anche “Il Festival della musica italiana”, è comunque vero che non rappresenta tutta la musica italiana e che ce n’è tanta ancora fuori Sanremo. Ma, come si fa a non parlare di Sanremo quando questo festival “scarica” nelle radio italiane più di una decina di canzoni in una sola settimana? Quando il giorno dopo il Festival, nella Top20 di iTunes, soltanto 4 brani non sono stati eseguiti all’Ariston?

Dunque, ecco le due classifiche e le canzoni di Sanremo di questo 2008,



SEZIONE CAMPIONI:



1. Gio' Di Tonno e Lola Ponce: Colpo di fulmine (leggi il testo ++)
2. Anna Tatangelo: Il mio amico
(++)
3. Fabrizio Moro: Eppure mi hai cambiato la vita
(++)
4. Toto Cutugno: Un falco chiuso in gabbia
(++)
5. Finley: Ricordi
(++)
6. Paolo Meneguzzi: Grande (++)
7. Sergio Cammariere: L'amore non si spiega (++)
8. Gianluca Grignani: Cammina nel sole (++)
9. Little Tony: Non finisce qui (++)
10. Eugenio Bennato: Grande Sud
(++)

* * * * *

- Frankie Hi Nrg Mc: Rivoluzione (++)
- Max Gazzè: Il solito sesso
(++)
- L’aura: Basta!
(++)
- Mietta: Baciami adesso
(++)
- Amadeo Minghi: Cammini Cammina
(++)
- Tiromancino: Il rubacuori
(++)
- Tricarico: Vita tranquilla
(++)
- Mario Venuti: A ferro e fuoco
(++)
- Michele Zarrillo: L’ultimo film insieme
(++)
- Loredana Bertè: Musica e Parole (squalificata per plagio) (++)





SEZIONE GIOVANI:

1. Sonohra: L’amore (++)
2. La Scelta: Il nostro tempo
(++)
3. Jacopo Troiani: Ho bisogno di sentirmi dire ti voglio bene
(++)

* * * * *
- Andrea Buonomo: Anna (++)
- Daniele Battaglia: Voce nel tempo
(++)
- Francesco Rapetti: Come un’amante
(++)
- Frank Head: Para Para’ ra rara
(++)
- Melody Fall: Ascoltami
(++)
- Milagro: Domani
(++)
- Rosario Morisco: Signorsi’
(++)
- Valerio Sanzotta: Novecento
(++)
- Ariel: Ribelle
(++)
- Giua: Tanto non vengo
(++)
- Valeria Vaglio: Ore ed ore
(++)




Visto che non è detto che i primi posti siano poi dei veri successi tra il pubblico o nelle radio, vi sembrano meritati i primi posti o ne avreste scelto altre?

domenica 9 marzo 2008

Beppe Grillo tra i blogger più potenti del mondo


Beppe Grillo è nono nella classifica dei più influenti "blogger" mondiali. Il comico genovese è l’unico italiano tra i 50 curatori di diari on line scelti dall’Observer.

In cima alla lista svetta "The Huffington Post", un blog liberal di notizie (che si oppone al conservatore "Drudge report") fondato nel maggio 2005 da Arianna Huffington e Kenneth Lerer. «Tra i blog più visitati al mondo c’è quello di Beppe Grillo, un popolare comico e commentatore politico italiano, a lungo "persona non grata" per la televisione pubblica», scrive il domenicale del Guardian.

Grillo, spiega, «s’infuria quotidianamente, in particolare per gli scandali finanziari o di corruzione che esplodono nel suo Paese». Per esempio, chiede «a volte con ironia, a volte no» che «la gente di Napoli o della Campania dichiarino l’indipendenza» dall’Italia ed è il promotore di «una legge che rimuova tutti i parlamentari con condanne penali». Come per tutti i blog segnalati, l’Observer propone in chiusura di ogni scheda una frasetta ironica: il moto, lo slogan, l’iniziativa che molto probabilmente non leggerete mai sul sito in questione. Tutta politica quella riservata al blog di Grillo: «Firmate la nostra campagna per garantire l’impunità a Silvio Berlusconi». (da LaStampa.it)


mercoledì 5 marzo 2008

C1? SÌ, GRAZIE!





Questi giorni vi abbiamo tenuti informati sulle azioni promosse per rivendicare il livello C1, per chiedere chiarezza sul nuovo piano di studi e per dare una spiegazione sulle conseguenze che tutto questo avrà sulla nostra EOI.

E questo pomeriggio c'è stata una breve assemblea alla fine delle lezioni per dimostrare simbolicamente il nostro dissenso. Qui sopra potete vederne qualche immagine. Sappiamo che molti dei nostri alunni sono andati alla manifestazione di Valencia e ci piacerebbe che ci lasciassero le loro impressioni in un commento.

Se volete saperne di più vi invitiamo a leggere con attenzione la lettera pubblicata dalla Associazione dei Professori di EEOOII della C.V.

Firmate l'appello a scuola e partecipate!


Se volete, ci potete lasciare un messaggio per farci sapere cosa ne pensate.