giovedì 29 maggio 2008

Scopri l'Italia con le audio guide

foto da italyguides.it


Tra poco arrivano le vacanze estive e con queste forse uno dei periodi in cui si viaggia più spesso.
Ci sarà chi di voi andrà in Italia, allora abbiamo pensato di portarvi sul blog qualcosa che vi possa essere utile per il vostro viaggio.

Fino a poco tempo fa, quando si visitava una città e i suoi monumenti, se si voleva conoscere un po’ di più della loro storia e dei loro particolari, si doveva acquistare e portare con sé una guida della città (il che, alle volte, può essere un po’ scomodo), oppure oltre a pagare il dovuto biglietto d'ingresso, si doveva aggiungere qualche euro in più per noleggiare un’audio guida del monumento che si visitava.


foto da internet


Ora grazie a internet, abbiamo un’altra possibilità più facilmente acquistabile e comoda. Parliamo delle audio guide online: file scaricabili da internet e da inserire nel proprio lettore mp3, iPod o persino anche sul cellulare. Il che rende molto più facile ed economico ammirare ad esempio il Colosseo, il David o passeggiare per Piazza San Marco a Venezia, mentre si ascoltano le spiegazioni dei loro particolari più importanti. Basta semplicemente: scaricare, viaggiare e ascoltare!


foto da italyguides.it


Ovviamente, online troviamo audio guide a tutti i prezzi; da quelle che sono gratuite (alcuni siti richiedono solo essere registrati) ad altre che costano tra i 5 e i 20€. Noi abbiamo pensato di farvi un elenco con alcune di quelle gratuite e in italiano:


1. Su Italyguides.it potete trovare le audio guide di Roma (il Colosseo, il Pantheon, il Circo Massimo, la Fontana di Trevi, la Bocca della Verità, il Foro Romano, la Basilica di San Pietro, Castel Sant’Angelo e Piazza di Spagna), Firenze (il David, la Cupola del Brunelleschi, Piazza della Signoria e il Duomo), Siena (Piazza del Campo e Santa Maria da Siena), Pisa (Piazza dei Miracoli e la Torre Pendente), Venezia (la Storia di Venezia, il Palazzo Ducale, la Basilica di San Marco, il Carnevale di Venezia, la Fenice e Santa Maria della Salute) e Napoli (il Maschio Angionio).



2. Su iTuor.com troviamo una completissima audio guida di Milano. Ci segna persino un percorso che inizia dalla Piazza del Duomo e passa dalla Piazza San Babila, via Montenapoleone, Piazza della Scala, Galleria Vittorio Emanuele I e Piazza Mercanti, la Biblioteca Ambrosiana e arriva al Cenacolo di Leonardo, il Castello Sforzesco e la Pinacoteca di Brera.

3. Quella di Torino (tra poco anche quelle di Trieste e Roma) la troviamo invece su Tourincast.com, da dove possiamo scaricare 14 tracce con la storia e i suoi monumenti più importanti.

4. Possiamo scaricare altre due audio guide di Pisa da opapisa.it, una sul Museo delle Sinopie di 50 minuti e un'altra sulla Torre di Pisa di 30 minuti.



5. Se pensate andare a Ostia, immagino che non vi mancherà una visita a suoi Scavi Archeologici, dunque il vostro itinerario e la vostra audio guida (di 46 tracce) li troverete QUI.


6. Se la vostra destinazione fosse la regione della Toscana, inToscana.it vi offre delle audio guide di Arezzo, Firenze, Pisa e Siena.


7. Invece è su ascoltarte.it e freeaudioguide.com che troverete una vasta selezione di audio guide, partendo dalla regione della Valle d'Aosta, passando dalla Liguria, le Marche o l'Umbria e arrivando alla Calabria e la Sicilia.



Speriamo che queste audio guide vi possano essere utili e anche se non andate in Italia quest’estate, qualunque sia la vostra destinazione: che vi divertiate!

domenica 25 maggio 2008

I VINCITORI DEL CONCORSO MINI RACCONTI

Eccoli qui, finalmente, i nostri vincitori del concorso di mini racconti!
Abbiamo scelto un racconto per livello (tra quelli che si sono presentati).
I vincitori durante questa settimana, saranno premiati dai loro professori con un buono della FNAC dell'importo di 25 euro, a parte le autrici del 2º di Básico che hanno presentato un racconto insieme e vincono 2 buoni di 20 euro ciascuno.
A tutti loro e agli altri partecipanti al concorso, il nostro dipartimento fa i migliori auguri per la fine dell'anno con la speranza di ritrovarci insieme il prossimo anno. Grazie e ...


IN BOCCA AL LUPO PER GLI ESAMI!


Il principe baciò la principessa. Questa si svegliò. Mai più furono felici. Paqui Vidal. básico 1, grupo B

Cavallo zoppo cerca cavaliere monco per andare alla guerra: chiamate presto.
Ex aequo: Vicky Cabezos 2B e Pilar García 2A di básico

Così era CI-Ne-città: città dove i pronomi erano i protagonisti dei film.
Carles Gomez 4º

giovedì 22 maggio 2008

BATTIATO ALL'EUROFESTIVAL (EUROVISION)

Ebbene sì, anche il grandissimo Franco Battitato è salito sul palcoscenico del famoso festival europeo, che in Italia veniva chiamato Eurofestival ma che in realtà si tratta di Eurovision o Eurovisión, come si dice qui in Spagna. L'Italia non vi partecipa più, forse perché non abbiamo nessun Chikilicuatre da mandare o forse perché ce ne sarebbero moltissimi e non sappiamo chi scegliere. Sta di fatto che nell'84 Battiato assieme ad Alice presentò all'Eurofestival "I treni di Tozeur"
La morale della favola è che tutti abbiamo nel passato qualcosa di cui ci possiamo vergognare.
Ah, e prima di farvi vedere il video della canzone vorrei concludere con una frase di una canzone di Battiato. Lo so che non c'entra niente, però mi piace:
"e il giorno della fine non ti servirà l'inglese"

sabato 17 maggio 2008

BATTIATO


Mercoledì scorso, finalmente siamo potuti andare al concerto di Franco Battiato che era stato rimandato a causa della pioggia. L'atteggiamento rilassato e disponibile del "maestro" (come qualcuno continuava a gridargli dal pubblico) hanno contribuito a creare un bella atmosfera che è arrivata al suo culmine alla fine del concerto con tutte le persone in piedi a ballare e a cantare insieme le canzoni: in italiano, in spagnolo o ... metà e metà.

L'artista ha iniziato lo spettacolo con dei brani lenti che pian piano hanno ceduto il passo ai ritmi più rock, complici anche i bravissimi musicisti che lo accompagnavano sul palco: le sarde The Mub e i padovani FSC. Ed infatti proprio la capacità di unire generi musicali e culture in apparenza tanto lontane tra loro, è sembrata a molti la nota migliore della serata. Non è mancata sul palco neanche la presenza del fedele SGALAMBRO, compagno pressoché inseparabile nella stesura degli ermetici testi di Battiato e che a Burjassot ha regalato al pubblico una bellissima poesia sull'insularità.

Con questo post pensiamo di fare una cosa gradita a chi c'è stato e vuole risentire/rivedere alcuni momenti ed anche a chi non c'è potuto andare.
Pubblichiamo quindi le immagini e i brevi video opera (come sempre!) di María Jesús e di Anna Muñoz (4º) che ringraziamo!


Prospettiva Nevskij

























registrato da Anna Muñoz (4º)










registrato da Anna Muñoz (4º)









secondo video registrato da Anna Muñoz (4º)

giovedì 15 maggio 2008

VENDESI SAPONETTA CON IL GRASSO DI BERLUSCONI


Ecco una curiosa (e un po’ schifosa) notizia di qualche anno fa, che ho scoperto quasi per caso. Attezione, per leggerla è meglio essere a digiuno perché potrebbe causare conati di vomito!!!!

Un artista sostiene di avere utilizzato gli scarti dell'ultimo intervento di liposuzione del premier

Svizzera, giugno 2005, 36esimo Art Basel di Bâle, la fiera di arte moderna e contemporanea più importante al mondo. Gli spettatori osservano divertiti un pezzo di sapone creato dall'artista svizzero Gianni Motti. La saponetta secondo l'autore, è stata realizzata dal grasso del premier italiano Silvio Berlusconi. Motti ha dichiarato di avere recuperato la materia prima della sua creazione grazie all'impiegato di una clinica svizzera nella quale Berlusconi ha subito un intervento di liposuzione un anno e mezzo fa. Il sapone, battezzato «Mani pulite», è stato messo in vendita a 15mila euro. L'artista 47enne vive a Ginevra e ha confessato al settimanale svizzero "Weltwoche", che era «semplicemente divertito dall'idea che qualcuno si possa lavare il fondoschiena con un pezzo di vero Berlusconi».

(da: www.magazine.libero.it)

mercoledì 14 maggio 2008

IO BENNI GRAZIE. E LEI?

Vi ricordate Stefano Benni? Sì, proprio l'autore della Luisona e di altri libri bellissimi. Lo stesso che a fine settembre è venuto a Valencia. Beh, se giovedì pomeriggio alle 18 siete a Valencia, potete ad andare al concerto-spettaco lo Io Benni, grazie. E Lei? di Guido Ramellini, Florencia Amengual e Salvatore Gurreri, su testi di Stefano Benni. L'appuntamento è al Saló d'Actes della EOI di Valencia.

L'organizzazione è del Gruppo Prof-It e delle EOI di Valencia e di Sagunt.

domenica 11 maggio 2008

MIA MARTINI


L'altro giorno, inaspettatamente, mi ha sorpreso la voce di MIA MARTINI: "Mimì" per gli amici ed i fans.

Era molto tempo che non sentivo questa bellissima canzone e sono corsa a sentire da dove veniva: era uno spot in tv della più nota casa automobilistica italiana.



Forse alcuni di voi conoscevano già questa bravissima interprete, scomparsa in modo triste e solitario a soli 47 anni, o forse alcuni ricordano sua sorella:
LOREDANA BERTÉ (anche lei cantante e personaggio ribelle e famoso nel mondo del gossip).
Mimì era un'artista sensibile, grandissima interprete e spesso anche autrice di bellissimi brani, tra i quali: ALMENO TU NELL'UNIVERSO (canzone dello spot), GLI UOMINI NON CAMBIANO, NON FINISCE MICA IL CIELO. (Cliccando sui titoli troverete i testi delle canzoni).
Ed ecco un paio delle sue migliori interpretazioni... davvero emozionanti.









giovedì 8 maggio 2008

Pino Daniele: Ricomincio da 30


Trent’anni dal suo primo album Terra mia; trent’anni di carriera che Pino Daniele ha deciso di celebrare il prossimo 16 maggio con l’uscita di un triplo album intitolato Ricomincio da 30, chiaro omaggio al suo caro amico: il tanto amato attore e regista napoletano Massimo Troisi (Ricomincio da 3), scomparso nel 1994.

Conosciuto come il creatore del «neapolitan power», Pino Daniele torna alle origini con 50 canzoni del passato che ripercorrono i momenti più importanti della sua carriera musicale, come musicista, cantante e autore. Tra questi 50 brani si trovano canzoni storiche tipo: Che dio ti benedica (testo), Yes I know my way (testo), Na’ Tazzulella ‘e cafè (testo), Je so’ pazzo (testo), Quando (testo), Anna verrà (testo) o quella che dice «Napule è 'na carta sporca e nisciuno se ne importa», parole che ben ricordano la sofferenza, ancora attuale, di questa città e della quale l'autore dichiara:


«Aver composto quella canzone non è mica un vanto. Sarebbe stato più bello scrivere "Napule è 'na carta dorata..."» (corriere.it)

Napule è (1998):



Ad arricchire questa raccolta di canzoni, sono due ospiti Al di Meola e Chiara Civello e altri 4 brani inediti Acqua ‘e rose, O munn va, L’ironia di sempre e quella che attualmente è in rotazione radiofonica da alcune settimane, Anema e core.

Ma l’evento più atteso di questa celebrazione si terrà il prossimo 8 luglio allo Stadio San Paolo di Napoli con il VAI MO’ 2008 LIVE, visto che per questo concerto Pino Daniele, ha radunato la storica band con cui nel 1981 riempirono Piazza del Plebiscito a Napoli con più di 200.000 persone, e al quale parteciperanno anche ospiti nazionali e internazionali.

domenica 4 maggio 2008

CARBONI, AZNAR E L'ITAGNOLO


(foto di Gemma 1º C NB)

Come molti dei nostri alunni già sanno, Carboni (che qui vediamo con la nostra amica Gemma) è un punto di riferimento importante nelle nostre conversazioni in classe. Il suo "merito" è quello di aver creato una vera e propria lingua ibrida: L'ITAGNOLO. Una variante ovviamente inesistente che gli permette però di farsi capire da tutti qui a Valencia. Ora fa di più: presenta la "Guia de conversa Italià- Valencià", cioè una guida VALENZANO - ITALIANO che fa parte di un progetto promosso dalla Conselleria de Educaciò e che sarà distribuita in 5.000 copie. La guida, ovviamente, non è opera di Carboni (meno male...!) ma di un gruppo di ricercatori della Facultat di Filologia.
Se qualcuno di voi non ci crede, ecco la prova:

(foto: Levante del 22/4/2008)

RINGRAZIAMO MIGUEL ÁNGEL DEL 1º C DI BÁSICO per la foto!


E se qualcuno di voi ancora non l'avesse sentito, eccolo qui. Mi raccomando, gli esami sono vicini, prendetelo se volete come esempio calcistico ma NON linguistico, per favore!



Ma non poteva di certo mancare anche Aznar con la sua versione particolare della lingua italiana, eccone un esempio al naturale e una simpatica imitazione:







venerdì 2 maggio 2008

IL CONCERTONE DEL PRIMO MAGGIO

MAI PIÙ MORTI SUL LAVORO

Ieri, più di un milione di persone per cantare, ballare, ascoltare musica e soprattutto per ribadire che l'occupazione è l'emergenza prioritaria del paese così come la sicurezza sul lavoro.
E così anche quest'anno una marea colorata ha riempito piazza San Giovanni a Roma per il concerto del Primo Maggio organizzato dai sindacati confederali. Omaggi ai Beatles, a Celentano e a De Andrè, il jazz - al suo debutto al Concertone - il nuovo rock e alcune delle band più amate hanno animato il lungo concerto che, iniziato nel primo pomeriggio (o ancora prima, per quelli che hanno viaggiato di notte e conquistato i primi posti all'alba) si è concluso intorno alla mezzanotte.
Arbitro della maratona l'attore Claudio Santamaria, che si è cimentato anche con la musica cantando Bella ciao con i napoletani Bisca e Enrico Capuano, Nun te scurdà con Raiz e While my guitar gently weeps dei Fab Four.
Ecco BELLA CIAO e un video sul concertone: Pelù
Se il prossimo anno siete a Roma, non perdetevelo!