domenica 13 maggio 2007

Nuovo Cinema Paradiso: il migliore.


E parlando di CINEMA, vi proponiamo questa notizia.
«Nuovo Cinema Paradiso» è il miglior film straniero di tutti i tempi.
"Nuovo cinema Paradiso: il miglior film straniero di tutti i tempi". Questo pensano gli inglesi, interrogati in un sondaggio dal prestigioso quotidiano britannico "The Guardian", che ieri ha pubblicato la classifica dei Top 40 film stranieri della storia, in cui il capolavoro di Giuseppe Tornatore, del 1988, è arrivato primo. Ma l’amore per il cinema italiano non finisce quì, se si pensa che nei primi 10 film giudicati i migliori in assoluto dalle migliaia di lettori votanti, ci sono anche altri due italiani. Al quinto posto, infatti, si è classificato Gillo Pontecorvo con «La Battaglia di Algeri», girato tra l’Algeria e l’Italia nel 1966. Il film, uno pseudo-documentario fatto con grande arte e girato in bianco e nero trova d’accordo anche i critici del Guardian, che scrivono: «Nessun film moderno ha mai avuto tanta influenza politica come questo». E poi, all’ottavo posto, un altro notissimo capolavoro italiano: «Ladri di Biciclette» di Vittorio de Sica, uscito nel 1948 che, secondo gli esperti cinematografici del giornale è ancora «affascinante: un classico del movimento neo-realista italiano, che ancora conquista dopo più di 50 anni». Ma la lista di italiani non è finita e dimostra la grande e forse insospettata influenza del nostro cinema, soprattutto se si pensa che questa è una hit parade di tutti i film stranieri al mondo, quindi la competizione era fortissima. «Il Postino», girato in Italia, con molti attori italiani (Massimo Troisi, Maria Grazia Cucinotta) e un regista straniero (Michael Radford) conquista il 16esimo posto, anche se viene definito troppo «turistico» dai critici. Naturalmente non poteva mancare il grandissimo Federico Fellini, che conquista la 18esima posizione con l’amatissimo e iconico «La Dolce Vita» (1960), il cui titolo è ormai diventato un’espressione di uso corrente nel linguaggio quotidiano dei britannici. E poi «last but not least» come direbbero gli inglesi, all’ultimo posto ma saldamente in classifica, ecco Roberto Benigni con il suo «La Vita è bella» (1997) che ha conquistato i cuori anglosassoni con il suo trattamento ironico e al contempo struggente del tema dell’Olocausto.


Foto e articolo adattato da Il Corriere del 13 maggio 2007
Siete d'accordo? E voi, quale film italiano avreste indicato?

2 commenti:

mariajesus ha detto...

a me, tra quelli già detti sull'articolo, mancherebbero "La meglio gioventù" oppure "Roma, città aperta"...
comunque, sono certa che se mi metto a pensare un po' più, la mia classifica di film italiani sarebbe lunghissima e decidere il film da mettere al primo posto sarebbe ancora più difficile... ;)

Akbar ha detto...

Incredibile, per una volta gli inglesi mi trovano d'accordo. Nuovo Cinema Paradiso è il miglior film italiano di sempre!!