sabato 17 maggio 2008

BATTIATO


Mercoledì scorso, finalmente siamo potuti andare al concerto di Franco Battiato che era stato rimandato a causa della pioggia. L'atteggiamento rilassato e disponibile del "maestro" (come qualcuno continuava a gridargli dal pubblico) hanno contribuito a creare un bella atmosfera che è arrivata al suo culmine alla fine del concerto con tutte le persone in piedi a ballare e a cantare insieme le canzoni: in italiano, in spagnolo o ... metà e metà.

L'artista ha iniziato lo spettacolo con dei brani lenti che pian piano hanno ceduto il passo ai ritmi più rock, complici anche i bravissimi musicisti che lo accompagnavano sul palco: le sarde The Mub e i padovani FSC. Ed infatti proprio la capacità di unire generi musicali e culture in apparenza tanto lontane tra loro, è sembrata a molti la nota migliore della serata. Non è mancata sul palco neanche la presenza del fedele SGALAMBRO, compagno pressoché inseparabile nella stesura degli ermetici testi di Battiato e che a Burjassot ha regalato al pubblico una bellissima poesia sull'insularità.

Con questo post pensiamo di fare una cosa gradita a chi c'è stato e vuole risentire/rivedere alcuni momenti ed anche a chi non c'è potuto andare.
Pubblichiamo quindi le immagini e i brevi video opera (come sempre!) di María Jesús e di Anna Muñoz (4º) che ringraziamo!


Prospettiva Nevskij

























registrato da Anna Muñoz (4º)










registrato da Anna Muñoz (4º)









secondo video registrato da Anna Muñoz (4º)

3 commenti:

María ha detto...

Bellooo,grazie!!

denis zamaro ha detto...

Grazie MªJesús e Anna, grazie a questi video possiamo rivivere i bellissimi momenti del concerto del grande Battiato!!!

mariajesus ha detto...

mi sarebbe piaciuto registrare almeno tutta una canzonre, però in quel momento è difficile godersi il concerto così...
è stato proprio un bel concerto! Battiato è stato stupendo, ma anche i musicisti che suonano con lui sono molto bravi. In più, la canzone scelta per le The Mab, che hanno suonato durante la pausa di Battiato, mi è piaciuta di più di quella che conoscevo io, "Pure".