lunedì 4 febbraio 2008

CHIUDE IL PARCHEGGIO DELL'AMORE


Si era attirato gli strali del parroco, i malumori dei concittadini, le accuse di approfittare del vicino giro di prostituzione. Ma lui, Marco Donarini, imprenditore cremasco, non aveva rinunciato alla sfida. Al grido di “il mercato del sesso non conosce crisi” il primo gennaio aveva inaugurato a Bagnolo Cremasco, vicino a Cremona, il “Parcheggio dell’amore”.
Ma alla fine, dopo meno di un mese dall’apertura, quello che non era riuscito ai censori del paese è stato fatto dai tecnici comunali, che hanno chiuso il “Luna Parking” per irregolarità edilizie. Una storia tra l’amor sacro e l’amor profano che sarebbe piaciuta a Fabrizio De André.

Il “Garage dell’amore” era nato in un punto di passaggio, sulla statale Paullese, con un investimento di 300 mila euro e da un’idea semplice: offrire alle coppiette in cerca di intimità un posto tranquillo e sicuro dove appartarsi in auto. Bastavano 10 euro per un’ora e mezza in uno dei 38 box custoditi, con tanto di servizi igienici e un distributore automatico di snack e caffè a disposizione. Non solo un po’ di privacy a un prezzo più abbordabile di quello di un hotel quindi, ma anche la possibilità di evitare una denuncia per atti osceni o, peggio, l’aggressione di qualche rapinatore.

Se i potenziali clienti sembravano aver gradito, nei primi 14 giorni si sono fermate 38 coppie, per lo più di giovani fidanzati che non sapevano dove altro appartarsi, molti cittadini di Bagnolo hanno gridato allo scandalo. E avevano persino organizzato una veglia con salmi penitenziali contro questo luogo accusato di non rispettare “la morale cristiana”.

Le polemiche sono finite con l’intervento dell’amministrazione comunale, che ha mandato al parcheggio gli ispettori per verificare la regolarità della struttura. È venuto fuori che la guardiola all’ingresso è 13 centimetri più stretta del dovuto e che le insegne dei bagni e i pozzi per l’acqua piovana non sono a norma. Non si tratta di una chiusura definitiva, fanno sapere dal municipio. Toccherà alla giunta e al prefetto valutare i risultati dell’ispezione e decidere se togliere i sigilli al rifugio degli innamorati su quattro ruote. (da Panorama.it)

Ma una notizia un po’ originale/non ha bisogno di alcun giornale/come una freccia dall’arco scocca/vola veloce di bocca in bocca.
E chissà che, canticchiando De André, un nuovo parcheggio dell’amore non spunti alla stazione successiva…


1 commento:

María ha detto...

Peccato che "la morale cristiana" ed altri ancora non rispettino l'amore libero!!!