giovedì 16 ottobre 2008

Film LA SCONOSCIUTA di Giuseppe Tornatore

(foto da internet)

In questi giorni, ai cinema Babel, potete trovare in proiezione il film La Sconosciuta di Giuseppe Tornatore.
L’esordio di questo regista siciliano, nato nel 1956, avviene nel 1986 con la regia di Il Camorrista. Film che racconta l’irresistibile ascesa, ma anche caduta, del “Professore del Vesuviano”, noto boss della camorra napoletana.

Ma parlare di Giuseppe Tornatore fa pensare subito al suo secondo film, Cinema Paradiso (1988) e a quel bambino (Salvatore soprannominato Totò) appassionato del cinematografo, che tenta invano di assistere di nascosto alle proiezioni private del prete e di rubare i pezzi tagliati dal proiezionista Alfredo. Questo film, ambientato in Sicilia e con lo sfondo musicale opera di Ennio e Andrea Morricone, è un commosso omaggio al cinema degli anni ’50: tra scene di baci tagliati dal parroco, sale con le sedie di legno e nuvole di fumo di sigaretta. La versione internazionale di questo film, Nuovo Cinema Paradiso (di 123 minuti, invece dei 155 della versione originale) ha vinto il Premio Speciale della Giuria del Festival di Cannes (1989) e l’Oscar a Miglior Film Straniero (1990).




Dopo Cinema Paradiso è arrivato, con più delusione che gioia da parte del pubblico, Stanno tutti bene (1990), ma le cose migliorano con Una pura formalità (1994), un giallo psicologico dove recitano Gerard Depardieu e Roman Polanski. A questi film sono seguiti: L’uomo delle stelle (1995), La leggenda del pianista sull’oceano (1998), che adatta al cinema il monologo Novecento di Alessandro Baricco e Malèna (2000).

Il film La Sconosciuta arriva in Spagna dopo due anni dall’uscita nelle sale italiane. È ispirato ad alcuni fatti di cronaca che riguardano la prostituzione di ragazze provenienti dall’Est d’Europa. Racconta la storia di Irena, una ragazza che arriva in Italia dall’Ucraina e che vive tra i fantasmi del suo passato e alla ricerca della riconquista di un pezzo della sua vita. Un thriller, dove si sovrappongono e intrecciano due piani temporali, e che è pieno di tensione e intriga.



Tra poco, in Italia, sarà proiettato il suo ultimo film che si trova ancora in fase di lavorazione. Una commedia intitolata Baaria – La porta del vento, recitata tra altri da Aldo Baglio, Giuseppe Fiorello e Raul Bova.

Guarda l'intervista a Giuseppe Tornatore sul suo nuovo film qui ++

Nessun commento: