venerdì 25 gennaio 2008

VERGOGNA


Quando si è italiani e per di più insegnanti di italiano, si spera sempre di dover raccontare cose belle riguardo al proprio paese, ma ultimamente è diventata davvero un'impresa difficile.




Che il governo Prodi navigasse in cattive acque e che la sua caduta fosse solo questione di tempo lo si sapeva; ma lo spettacolo indegno e vergognoso del senato di ieri è stato davvero un colpo basso per tutti gli italiani.

Non c'è più nessun ritegno, nessuna remora morale o etica. L'Italia affonda tra avvisi di garanzia al Ministro di Giustizia, Mastella (che ha dato via alla crisi,vedi post dei Chiodini), la spazzatura a Napoli e il malcontento generale.

E i politici che fanno? Si insultano, si sputano, stappano lo spumante e lanciano mortadella (è il soprannome di Prodi) per aria...


Qui in Spagna, oggi il telegiornale di Tele 5 è iniziato proprio con questa domanda: "¿Y nosotros nos quejamos?".
Credo che un simile spettacolo da circo romano o da osteria, qui in Spagna (e in ogni altro paese civile) sarebbe impossibile. Triste primato quello di noi italiani.
Vi lasciamo alle parole e alle note di una bellissima canzone di Battiato.


Povera patria!


Schiacciata dagli abusi del potere


di gente infame, che non sa cos'è il pudore,


si credono potenti e gli va bene


quello che fanno e tutto gli appartiene.


Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni!


Questo paese è devastato dal dolore...


ma non vi danno un po' di dispiacere


quei corpi in terra senza più calore?


Non cambierà, non cambierà no cambierà,


forse cambierà.


Ma come scusare


le iene negli stadi e quelle dei giornali?


Nel fango affonda lo stivale dei maiali.


Me ne vergogno un poco, e mi fa male


vedere un uomo come un animale.


Non cambierà, non cambierà si che cambierà,


vedrai che cambierà.


Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali


che possa contemplare il cielo e i fiori,


che non si parli più di dittature


se avremo ancora un po' da vivere...

La primavera intanto tarda ad arrivare.

Nel video c'è una brevissima intervista a Franco Battiato e poi la sua canzone POVERA PATRIA.... (per vederla cliccate qui)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ieri ho parlato con i miei amici italiani e tutti eravamo d`accordo che questi personaggi sono una vergogna per il paese. La realtà supera sempre la fizione.
Asun

mariajesus ha detto...

È un vero peccato... non credo che gli italiani meritino una classe politica come questa, avara di potere e priva di morale.
Secondo me, questi non rappresentano gli italiani che per quanto amino il loro paese, sono i primi a criticare e ad additare tutti i mali e tutto quello che non va.

María ha detto...

ma come mai?ma hanno dimenticato l'intelligenza...a casa o che non c'era più posto già nelle tasche tutte piene di soldi?questo non si può permettere!la politica fa tante volte schifo e questa volta ancora di più!
bella canzone,speriamo che ci siano dei cambi!!!