lunedì 4 marzo 2013

Beppe Grillo, dalla satira alla politica

Beppe Grillo, leader del "Movimento 5 Stelle"

Uno dei nomi più ripetuti dell'attualità politica italiana è quello di Beppe Grillo, comico italiano al fronte del movimento 5 stelle, organizzazione politica che ha ottenuto un enorme successo nelle recenti elezioni politiche italiane. Ma... chi è Beppe Grillo? Vi sveliamo in questo post i dettagli della biografia del politico italiano.



Beppe Grillo

L'attore

Beppe Grillo è nato a Genova nel 1948. Dopo un'iniziale attività di rappresentante di commercio nel campo dell'abbigliamento si scopre  comico quasi per caso, improvvisando un monologo nel corso di un provino. Nel 1977 viene notato da Pippo Baudo e viene lanciato da Baudo in televisione. Negli anni ottanta partecipa a varie trasmissioni televisive e spot pubblicitari, alcuni dei quali risultano vincitori di prestigiosi premi. 

Le sue esibizioni vanno caratterizzandosi, nel tempo, per una crescente quota di contenuti satirici, espressi in forma sempre più diretta e pungente. Una famosa battuta contro i socialisti pronunciata nel 1986 in TV ha come conseguenza l'allontanamento di Grillo dalla televisione pubblica.

Negli anni ottanta lavora anche come attore cinematografico. Nel 1982, per l'interpretazione nel film di Luigi Comencini Cercasi Gesù vince il David di Donatello e il Nastro d'Argento nella categoria miglior attore esordiente.

Negli anni novanta Grillo inizia a portare sulle scene dei recital dall'impronta ambientalista e politica, con una buona accettazione da parte del pubblico. Gli anni novanta di Grillo segnano il suo passaggio dai mass media ai teatri e alle piazze.

Nell'ottobre 2005 l'edizione europea del settimanale statunitense Time lo ha nominato tra i personaggi europei dell'anno per gli sforzi ed il coraggio nel campo dell'informazione pubblica, soprattutto nell’ambito dell’ecologia. In questo settore, è stata molto fruttuosa la collaborazione con Stefano Montanari, direttore scientifico del Nanodiagnostics di Modena. È celebre la sua lotta contro la costruzione degli inceneritori. 

Il blog

Nel 2005 Grillo apre un blog, che diventa presto una delle piattaforme online più influenti in Italia. Vincitore di numerosi premi, è considerato il nono classificato tra i blog più influenti al mondo ed è stabilmente al primo posto nella classifica dei blog in Italia.

Dal suo blog, Beppe Grillo ha promosso varie iniziative, per esempio contro la guerra in Iraq, la corruzione politica e ha dato un rilevante contributo all'iniziativa per l'abolizione dei costi di ricarica dei telefonini in Italia. 

Il 26 giugno 2007 Grillo ha tenuto un discorso al Parlamento europeo nel quale, oltre che di nuove tecnologie, ha discusso dei problemi italiani, primo fra tutti a suo parere la presenza in Parlamento italiano di condannati in via definitiva. Nella stessa occasione annunciava l'organizzazione del Vaffa Day, un evento che si è tenuto l'8 settembre 2007 nelle piazze di varie città italiane, di fronte ad alcune ambasciate italiane all'estero e trasmesso in diretta dall'emittente satellitare EcoTv. Il V-day è il primo caso in Italia di protesta politica sviluppata e promossa attraverso Internet, con il passaparola tra blogger e senza sostanziali interventi dei media tradizionali.

La politica

L'8 marzo 2009 a Firenze si è svolto il primo incontro ufficiale delle liste civiche promosse da Beppe Grillo e la redazione della "Carta di Firenze", con la quale ogni lista si impegnava a sostenere e promuovere i temi come l’acqua pubblica, l’espansione del verde urbano, la mobilità sostenibile, iniziative social a favore dei disabili, le energie rinnovabili, eccetera. Inoltre i candidati devono non aver subito condanne in via definitiva, non essere stati eletti per più di due mandati ed essere residenti nel comune per il quale sono candidati.

Beppe Grillo a Bologna


Il 12 luglio 2009, tramite blog, annuncia la sua candidatura alle elezioni primarie del Partito Democratico, anche se poi non potrà iscriversi al partito.

Il 2 agosto 2009, in seguito all'impossibilità di candidarsi alle primarie, annuncia di voler fondare nell'autunno 2009 un proprio movimento politico, il MoVimento 5 Stelle. Il suo programma sarà quello delle "Liste a Cinque Stelle" e della Carta di Firenze.

Il Movimento 5 stelle ha ottenuto un risultato straordinario nelle ultime elezioni politiche, avvenute in Italia il 24 e 25 febbraio, risultando essere il primo partito alla Camera. Al margine del risultato politico in concreto, il fenomeno 5 stelle è il riflesso di un cambiamento epocale nella política italiana. La Lettera agli italiani di Beppe Grillo, manifesto programmatico del M5S, promuoveva una maggior etica in politica, favoriva la partecipazione del cittadino in politica e proponeva modalità di semplificazione della struttura di gestione in Italia.

Bisognerà ora vedere come si mettono in pratica queste proposte. Per ora, il partito ha elaborato un codice di comportamento per i suoi 163 parlamentari eletti che, se applicato, potrebbe essere già un notevole esempio di etica in politica.

Nessun commento: