martedì 16 dicembre 2008

O' Presebbio e Via San Gregorio Armeno, Napoli

Per i napoletani, in questi giorni in cui il Natale è alle porte, c’è la passeggiata d’obbligo in Via San Gregorio Armeno, la celebre strada degli artigiani del presepe.

Anche se il presepe è sempre più spesso accompagnato oppure sostituito dall’albero di natale, la tradizione è ancora molto viva e tramandata in molte famiglie. Il presepe napoletano “o' Presebbio”, aldilà dei simboli religiosi che richiama, è amato anche da quelle famiglie poco osservanti o dichiaratamente laiche. Così, quest’antica e storica via della città, si prende tutta l’attenzione nelle settimane che precedono il Natale; è infatti, la prima tappa che molti napoletani compiono prima di intraprendere la costruzione o l’ampliamento del proprio presepe.

La strada è piena d’innumerabili negozi e coloratissime bancarelle dove gli artigiani del presepe espongono le loro creazioni. Qualsiasi cosa si cerchi per addobbare e arricchire il proprio presepe si può trovare in Via San Gregorio Armeno: dalla statuina di un animale a oggetti meccanici attivati dall’energia elettrica come mulini a vento o cascate, dai piccoli pastori dipinti a mano a quelli alti 30 cm con abito di tessuto, i venditori di frutta, pesce, l’acquaiola, i classici Re Magi e persino il pizzaiolo che inforna la pizza. Vere opere d’arte, frutto del lavoro di famiglie artigiane che si tramandano il mestiere da generazione in generazione.

Tra queste opere d’arte, c’è anche spazio per la fantasia e l’ironia dei napoletani. Quindi, un po’ come succede qua con il “caganer”, si trovano le statuette e caricature del politico o personaggio famoso del momento, molto spesso enfatizzandone qualche particolare legato all’evento che lo ha reso famoso.


La pittoresca via dei Pastori a Napoli, può essere visitata durante tutto l’anno, poiché gran parte delle botteghe sono sempre aperte e hanno in mostra le loro creazioni, anche se in numero più ridotto. La cosa più bella del visitare questa strada negli altri periodi dell’anno, è la possibilità d’osservare più tranquillamente tutte le statuette e ammirare gli artigiani con maggior calma rispetto al periodo natalizio, dove l’innumerabile quantità di turisti rende la strada molto affollata.

*foto da internet

Vi lasciamo con la mitica scena del presepe a casa Cupiello, del film Natale in casa Cupiello di Eduardo di Filippo:


2 commenti:

Giò ha detto...

Napoli è bellissima. E nonostante nei mezzi di comunicazione spesso se ne parli in termini negativi, si dovrebbe invece ricordare che è senza ombra di dubbio, una delle città più belle d'Italia. Se non la conoscete e avete occasione di visitarla, vedrete che non ve ne pentirete.

TRIVAGO ha detto...

Ciao, il tuo racconto è stato linkato su TRIVAGO, in questo modo molti viaggiatori potranno leggerlo!
GRAZIE... Questo il link alla pagina:
http://www.trivago.it/napoli-45499/ricorrenzefestivals/mercatini-di-natale-san-gregorio-armeno-942971/recensione-e473127