martedì 12 febbraio 2013

Sanremo, il festival della canzone italiana

Ingresso del Teatro Ariston, dove si svolge il Festival

Martedi 12 febbraio, comincia il tradizionale Festival della canzone italiana di Sanremo. La manifestazione ha cadenza annuale, e si svolge al Teatro Ariston di Sanremo in un periodo che oscilla tra metà febbraio e l'inizio di marzo. Si tratta di uno dei maggiori eventi mediatici italiani, dato che il Festival viene trasmesso sia dalla televisione che dalla radio e giunge quest'anno alla 63º edizione.

Arisa, vincitrice della scorsa edizione del festival
Il Festival consiste in una gara canora nella quale diversi interpreti propongono canzoni originali da presentare in prima assoluta, quindi mai eseguite pubblicamente in precedenza (pena la squalifica); sono canzoni composte da autori italiani e votate da giurie di esperti o mediante il voto popolare.

Durante questi più di 60 anni di storia, per il Festival sono passati la maggior parte dei nomi celebri della canzone italiana. Nella metà degli anni cinquanta fu fonte d'ispirazione per la creazione dell'Eurovision Song Contest.

Essendo la manifestazione di musica leggera più famosa in Italia, con un certo riscontro anche all'estero (è trasmesso anche in Eurovisione), è diventata uno dei principali eventi mediatici della televisione italiana e non manca di sollevare dibattiti e polemiche ad ogni sua edizione.

Luciana Littizzetto e Fabio Fazio, presentatori del festival

Uno dei maggiori dibattiti riguarda normalmente il nome dei conduttori del festival (e, inevitabilmente, delle belle accompagnatrici femminili del presentatore). Quest'anno tocca a Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, conosciuti personaggi televisivi, che presentano insieme anche il programma "Che tempo che fa" (a cui consigliamo vivamente di dare un'occhio). 

Quest'anno ogni serata, dal 12 al 16 febbraio, si potranno ascoltare grandi cantanti italiani (nella sezione "Campioni" concorrono 14 cantanti) o uno degli otto nuovi volti della musica italiana in concorso nella categoria "Giovani". Interviste, sketch comici e intermezzi vari, renderanno gradevole e movimentate tutte le serate. Per esempio, per il 12 febbraio è previsto un gag comico del polemico Crozza, mentre giovedì sarà ospite Roberto Baggio e venerdì Caetano Veloso e il comico Neri Marcorè, mentre che l'ultima serata prevederà la partecipazione di un altro comico italiano, Claudio Bisio.

Le nuove tecnologie vengono in aiuto di chi è interessato a seguire il festival anche dall'estero. La rai ha dedicato un intero sito a Sanremo, nel quale ci si può anche registrare e commentare la diretta tv. Il quotidiano La Stampa, invece, ha aperto un blog per l'occasione, in cui si potrà seguire il festival in diretta e anche conoscere cosa succede dietro le quinte del Festival. Inoltre, i giornalisti che partecipano all'evento hanno già anticipato che saranno particolarmente attivi su Twitter. Su questo link trovate gli account dei principali protagonisti del festival.

Vi incoraggiamo a provare a seguire il Festival di Sanremo, che, oltre a costituire un importantissimo evento televisivo e mediatico italiano, vi potrà permettere di ascoltare musica italiana, di conoscere nuovi o vecchi cantanti e (perché no?), anche si scoprire qualche bella canzone.

7 commenti:

FRANCISCO JOSÉ SEBASTIÁ ha detto...

Agnese, complimenti...hai fatto centro nei miei gusti!
Io non conosco pure il festivale dal vivo pero` ce la faccio a parlare di troppo artiste ed i suoi branni. Credo che e' stato e c'e` ancora una passerella per i vostri talenti musicali ed i suoi branni, alcune per me capolavori.
Cosi`su due piedi mi vengono in mente tante nomi: Lucio Battisti, Domenico Modugno, Mattia Bazar, Ornella Vanoni, Little Tony, Drupi, Adriano Celentano, Gino Paoli, Lucio Dalla, Riccardo Cocciante, Toto Cutugno, Giglio Cinquetti, Ricchi e Povveri, Nicola di Bari ed altri piu' moderni comme Sal Da Vinci, Gigi d'Alessio, Gigi Finizio o uno che mi fa tremare il cuore...Gianni Fiorellino che vi raccomando sentire la sua splendida voce.
Italia e' cultura, voci splendorosi che sono un riflesso della stessa Italia.
Gianni Fiorellino
http://www.youtube.com/watch?v=e2l4JT4F3A0
Saluti!

FRANCISCO JOSÉ SEBASTIÁ ha detto...

Agnese, per cortesia, ho visto qualche canzone dal Cesare Cremonini come "Mondo" e davvero mi e' sorpreso. Che ne pensi sulle sue canzone?

Agnese ha detto...

Francisco, sono contenta che ti piaccia la musica italiana. Non conoscevo "Mondo" di Cremonini, l'ho appena sentita su Youtube, carina. Di Cremonini mi piacciono "Un giorno migliore", "Vorrei" e "Marmellata", oltre che l'elogio alla vespa che ha cantato con i Luna Pop. E a te?

FRANCISCO JOSÉ SEBASTIÁ ha detto...

conosco poco di.lui, mondo e ho sentito.anche "il.comico". Nonostante metere impegno per sentirlo in più. Cercherò quella della vespa, curiosa.
Senti Agnesi fra questi due settimane non.sono riusciuto a frequentare
le.tue lezioni orali, mi dispiace ma il.lavoro mio mi fa camviare di solito i miei progetti.
Magari la prossima setimana.
Scusami

Valentin Calvo ha detto...

Ciao, mi piace la musica italiana e ho ascoltato quasi tutte le canzoni in gara di questa edizione del Festival de San Remo. Nella categoria Campioni i tre finalisti sono bravi cantanti e le loro canzoni sono molto belle. Mi è piaciuta di più la canzone vincitrice di Marco Mengoni. Questo cantante rappresenterà l'Italia al Festival di Eurovision. Nella categoria Giovani secondo me meritava di vincere Renzo Rubino. Forse il tema era tabù, ma lui è stato molto coraggioso.
Devo dire anche che non mi è piaciuto le polemiche della prima serata e l’intervento di Maurizio Crozza. Non sono d’accordo con i fischi né con gli urli al comico, ma mi pare che non dovrebbe essere politica a San Remo, la musica è tanto bella che non si può rovinare con la politica.
Ciao.

Valentín Calvo (1º Avanzato) ha detto...

Ciao, mi piace la musica italiana e ho ascoltato quasi tutte le canzoni in gara di questa edizione del Festival de San Remo. Nella categoria Campioni i tre finalisti sono bravi cantanti e le loro canzoni sono molto belle. Mi è piaciuta di più la canzone vincitrice di Marco Mengoni. Questo cantante rappresenterà l'Italia al Festival di Eurovision. Nella categoria Giovani secondo me meritava di vincere Renzo Rubino. Forse il tema era tabù, ma lui è stato molto coraggioso.
Devo dire anche che non mi è piaciuto le polemiche della prima serata e l’intervento di Maurizio Crozza. Non sono d’accordo con i fischi né con gli urli al comico, ma mi pare che non dovrebbe essere politica a San Remo, la musica è tanto bella che non si può rovinare con la politica.
Ciao.

Giò ha detto...

Ciao Valentín, io ho seguito un po' a singhiozzo questa edizione del Festival ma mi sono piaciute diverse canzoni. Ce n'è una in particolare che mi ha colpito: quella di Ilaria Porceddu, anche perché ne canta una parte in sardo e credo abbia una bellissima voce. E sono d'accordo con te che il coraggio e la bella canzone meritavano qualcosa in più! Per quanto riguarda il discorso di Crozza, devo ammettere che capisco che vedendolo da fuori dall'Italia sia diverso, ma in Italia, al Festival di Sanremo c'è sempre stata la satira politica, per esempio con Benigni... è che il festival è un po' lo specchio dell'Italia e la satira politica fa parte dello spirito italiano... credo!